Antistress: si tratta di un massaggio estremamente rilassante e distensivo eseguito con  manovre manuali che riuniscono tutti i benefici di diverse tecniche aiutando a ridurre lo stress e le tensioni muscolari. il termine olistico derivato da “olos” che signofica tutto, l’insieme. quessto tipo di massaggio, infatti, tratta il corpo sotto ogni aspetto.

Californiano: con cromoterapia: è il re dei massaggi definito anche massaggio sensitivo o massaggio psicosomatico o ancora massaggio anatomico. Durante il massaggio il nostro corpo viene omaggiato da movimenti ritmici, fluidi, avvolgenti che fasciano l’intera superificie del corpo, da sfioramenti e pressioni sui muscoli e dolci stiramenti. Riposa, calma liberando la mente dai pensieri, tonifica, agisce sul sistema muscolare sciogliendo le contratture e rendendo più elastiche le articolazioni. 
Ha effetto benefico sull’atttività mentale, sulle emozioni che affiorano, uniforma la temperatura delle varie zone del corpo favorendo la circolazione delle energie vitali, modella il corpo e lo ringiovanisce.

Al cioccolato: addolcente e ‘goloso’, delizioso momento edonistico, è un’autentica full immersion polisensoriale di benessere fisico e mentale: una tentazione cui è impossibile resistere. Lo chiamano massaggio del sorriso.

Ayurveda: L’Ayurveda è nota come scienza medica, ma soprattutto come scienza medica sacra e tale impronta resta in tutte le sue parti. on si tratta solo di tonificare i muscoli o di drenare la linfa; si tratta anche di trasformare le energie compresse e di consentire al corpo, sia fisico, sia energetico, di ristrutturarsi permettendogli di ritrovare la sua integrità e spiritualità. Il massaggio ayurvedico agisce su tre piani: sul piano fisico (rilassa il corpo, migliora l’elasticità dei muscoli, migliora la flessibilità della colonna vertebrale e delle articolazioni, stimola la circolazione sanguigna e linfatica, nutre, tonifica e rassoda la pelle), sul piano psichico (toglie lo stress, riappacifica la mente, la calma, la distende) e sul piano spirituale … ll massaggio ayurvedico è avvolgente, rincuorante, ristrutturante; ridona forza ed energia, recupera le funzioni vitali; è una pratica sacra, e come tale può donare moltissimo.Con il massaggio ayurvedico è possibile progressivamente riprendere contatto con la parte più profonda di se stessi, con la propria anima. E’ per questo che il massaggio ayurvedico viene anche chiamatoil massaggio dell’Anima“.

 

Candle massage: 

Il Candle Massage è un massaggio molto particolare che si effettua con il liquido caldo delle candele. E’ un trattamento polisensoriale che trae origine dall’Ayurveda, l’antica scienza indiana per la quale corpo, mente e spirito sono strettamente legati tra loro. Il Candle Massage è caratterizzato da movimenti lenti ed avvolgenti, molto simili a carezze che aiutano a ritrovare equilibrio e benessere. Questo massaggio è anche un vero e proprio trattamento di bellezza che nutre e disseta la pelle e la rende più luminosa e liscia, tonica e soda.
Le candele sono fatte con burro vegetale arricchito con oli essenziali, vengono fatte fondere e l’olio che si genera viene direttamente applicato sul corpo: il calore emanato (massimo 40°C) rilassa immediatamente la muscolatura e permette di assorbire i suoi principi attivi.

Massaggi anticellulite-linfodrenante-connettivale

I trattamenti per sconfiggere la cellulite, sono spesso trattamenti “a 360 gradi” come si suol dire per definire un programma mirato a diminuire gli inestetismi e recuperare una forma fisica e una salute ottimali.

Per questo, combinando massaggi di vario tipo e un’adeguata dieta anticellulite, si può raggiungere qualche notevole obiettivo per stimolare la circolazione linfatica e sanguigna, ma anche in funzione di una maggiore tonificazione.

I massaggi rassodanti, infatti, vanno congiunti ai massaggi anticellulite, per prevenire e combattere la pelle a buccia d’arancia.

Questo trattamento anticellulite combinato, ha l’obiettivo di stimolare la circolazione delle zone interessate, prevenire e combattere gli inestetismi della pelle dovuti alla cellulite, rassodare i tessuti.

Drenaggio nei massaggi anticellulite

tra i massaggi più richiesti in funzione anticellulite ci sono quelli linfodrenanti e connettivali, usati per i diversi stadi di comparsa della cellulite.

Nelle prime fasi di comparsa in cui ci sono degli accumuli di grasso localizzato ma superficiale, si attuano diversi massaggi anticellulite linfodrenanti, per poter agire fin dall’inizio sul drenaggio dei liquidi e il ripristino della circolazione linfatica e del microcircolo sanguigno.

Si attuano massaggi anticellulite linfodrenanti con un tocco leggero e superficiale, sfioramenti di palmi della mano e polpastrelli, che aiutano a combattere il ristagno dei liquidi verso le stazioni linfatiche del corpo. Questo travaso favorirà poi l’eliminazione delle tossine e la scomparsa del gonfiore nelle zone interessate dal ristagno dei liquidi.

Si agisce a livello venoso e linfatico per stimolare la circolazione in modo non doloroso, ed efficace.

Nella fase più acuta della patologia con cellulite, si deve agire invece con massaggi profondi, i massaggi anticellulite connettivali che attaccano in modo vero e proprio gli accumuli adiposi.

Le manovre si fanno intense, a volte anche dolorose ma smuovo la vecchia cellulite nel suo tessuto connettivo. I massaggi connettivali smembrano le cellule di grasso accumulate e saranno efficaci con un ciclo ampio di trattamenti.

Massaggio sportivo:

Il massaggio sportivo si divide in 3 tipi di massaggio: pre-gara, post-gara, di mantenimento o defaticante (quest’ultimo spesso associato al massaggio decontratturante).
E’ un tipo di massaggio che varia a seconda della disciplina sportiva praticata, spesso però si commette l’errore di pensare che sia riservato solo ad atleti professionisti, invece è molto adatto e consigliato specialmente ad atleti amatoriali che andando avanti con l’età possono incorrere più facilmente in infortuni muscolari più o meno gravi. Un massaggio programmato e costante riduce notevolmente l’incorrere di questi problemi.

Massaggio Sportivo pre-gara: questo tipo di massaggio serve a preparare l’atleta al successivo sforzo fisico, si effettuano manovre molto rapide e veloci mai troppo profonde, favorendo la vascolarizzazione e aumentano la temperatura muscolare. Non sostituisce, bensì affianca la fase di riscaldamento, aumentandone i benefici e preparando l’atleta alla competizione che andrà ad affrontare, riducendo al minimo eventuali traumi muscolari.

Massaggio Sportivo post-gara: questo tipo di massaggio si effettua subito dopo una competizione sportiva, serve ad aiutare l’atleta ad accelerare il recupero muscolare, favorendo e velocizzando l’eliminazione dell’acido lattico. Le manovre rispetto al massaggio pre-gara, sono molto lente (sempre poco profonde), rilassanti e drenanti, è un massaggio molto piacevole perchè aiuta il rilassamento muscolare e generale, favorisce il recupero psicofisico e aiuta a guarire i piccoli microtraumi che si creano durante il gesto atletico.

Massaggio Sportivo di mantenimento (o defaticante): questo tipo di massaggio si deve effettuare almeno 48 ore dopo una prestazione sportiva, questo perchè è un massaggio che prevede manovre molto profonde, spesso infatti è associato al massaggio decontratturante. Le manovre di questo massaggio aiutano a riallungare le fibre muscolari che durante il gesto atletico tendono ad accorciarsi, non sostituisce la fondamentale pratica dello stretching muscolare, bensì la affianca portando notevoli benefici. E’ un massaggio spesso doloroso, ma già dal giorno dopo se ne apprezzano i risultati.